Le iniziative per la Giornata della memoria, protagonisti i ragazzi

Data:

martedì, 28 gennaio 2020

Argomenti
Notizia
Evento Ipsia Magni (3).jpeg

"Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario" (Se questo è un uomo, P. Levi). Non c’è dubbio che ne siano convinti, gli studenti dell’Ipsia Magni che oggi – lunedì 27 gennaio - hanno dato vita a una commemorazione della Shoah come prima non si era mai vista nell’Istituto superiore borgosesiano. Grazie al team dei docenti di lettere che ha spinto i giovani a impegnarsi in prima persona nell’organizzazione della Giornata della memoria, i ragazzi delle classi terminali – quarta e quinta dei tre indirizzi – hanno proposto una selezione di video, testimonianze, docufilm, canzoni che hanno narrato la Shoah in modo toccante e dettagliato. Attraverso materiali di repertorio ma anche presentazioni multimediali realizzate dagli stessi studenti le classi hanno ricordato le inenarrabili esperienze vissute nei campi di concentramento e di sterminio. Anna Frank, Primo Levi, Liliana Segre, Adriana e Tatiana Bucci solo alcuni tra i nomi citati. Grande spazio è stato riservato ai bambini vittime della Shoah, tra cui Sergio De Simone, agli esperimenti sui gemelli e alle torture riservate ai disabili (il programma Aktion t4).

La giornata si è conclusa con alcune riflessioni sull'importanza della memoria per sconfiggere ogni possibile negazionismo e per evitare che questa orribile pagina della nostra storia passata possa ripetersi.

L’iniziativa è stata così apprezzata dagli studenti coinvolti e dai loro compagni che vi hanno assistito che essi stessi hanno avanzato la richiesta di organizzare un evento simile in occasione della festa della donna. Richiesta ben accolta dal corpo docente che crede fermamente nell’importanza dell’educazione tra pari e nel coinvolgimento attivo degli studenti per un miglior apprendimento.

All’Itis Lirelli in occasione della Giornata della memoria le classi prime hanno assistito alla proiezione del film “Jona che visse nella balena”, le seconde e le terze “Il viaggio di Fanny”, mentre le quarte e quinte sono andate a Varallo in visita alla mostra “Sport, sportivi e giochi olimpici nell'Europa in guerra", allestita all’Istituto storico della Resistenza.

 

Un ringraziamento va all'ATAP che, vista la particolare ricorrenza, ha aggiunto una fermata presso l'Istituto Lirelli per portare gli studenti alla mostra a Varallo.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici per erogare i propri servizi e analizzare il traffico.

Altri dettagli