Auguri pasquali del Dirigente Scolastico

Data:

venerdì, 10 aprile 2020

Argomenti
Notizia
68.jpg

Gentili genitori, carissimi alunni, 

il distanziamento sociale a cui siamo costretti ci sta mettendo a dura prova. Grazie al contributo e al senso di responsabilità di tutti stiamo reagendo mettendo in campo gli strumenti della didattica a distanza che ormai conoscete. Quasi la totalità di tutti Voi studenti sta dimostrando un grande senso civico e di partecipazione. La scuola è impegnata per cercare di raggiungere tutti, mettendo a disposizione, per coloro che ne hanno bisogno, anche i dispositivi digitali necessari e in qualche caso per potenziare i giga in proprio possesso. 

Purtroppo, non possiamo sostituire con questo tipo di didattica l'esperienza laboratoriale entro la quale, ciascuno di voi, ragazze e ragazzi, sperimenta e mette alla prova giornalmente quell’identità professionale in divenire tanto desiderata e rifugio sicuro per il proprio futuro. E nemmeno possiamo sostituire i momenti di goliardia scolastica anch'essi necessari, per la vostra adolescenza, per vivere la scuola, con moderatezza, anche come l'ambiente della spensieratezza e della condivisione tra pari.  

Permettetemi, però, in questo delicato momento e in prossimità della festa della Santa Pasqua di riservare un particolare pensiero in particolar modo a due componenti della nostra comunità scolastica. 

In primo luogo a tutti coloro, studentesse e studenti, che, per problematiche e disagi individuali di vario genere, vedono nella scuola l'unico momento di socializzazione, di aggregazione e di relazione con gli altri. So che loro, con i loro genitori, in queste settimane stanno particolarmente soffrendo il 'confinamento' a casa. Un ambiente domestico che, in qualche caso, può diventare 'trincea' entro la quale combattere questo momento di crisi.

In secondo luogo, un particolare pensiero è rivolto ai nostri studenti e ai loro genitori che con questa crisi avvertono il timore di un possibile peggioramento della propria condizione lavorativa, familiare e quindi socio-economica.

 A tutti questi auguriamo di poter trovare almeno in questi giorni di Pasqua la necessaria serenità di cui tutti abbiamo diritto.

 

Sono certo che, insieme e con il contributo di tutti supereremo anche questa situazione tanto surreale quanto drammatica, soprattutto per coloro che non ce la sta facendo.

 

Carissimi, in questi giorni a Borgosesia, in collaborazione con il Comune e la Fondazione Buonanno, vengono distribuite tante mascherine in tessuto, lavabili e molto colorate (fashion...). Vi capiterà di vederle anche in giro, nei pochi momenti in cui è possibile uscire di casa. Ebbene, si tratta dell'instancabile ed incredibile lavoro domestico che stanno conducendo alcune docenti del corso moda dell'Istituto Lancia le quali hanno anche prodotto dei tutorial per le studentesse. Nella mattinata si fanno le videolezioni e nel pomeriggio di cuciono le mascherine da donare a chi ne ha bisogno. Mi piacerebbe che queste mascherine venissero viste come il simbolo di una scuola che c'è, di una scuola che, nonostante tutto, è presente, di una scuola che silenziosamente, grazie al contributo competente di un centinaio di docenti, attraverso 'contenuti formativi' sta riempiendo le giornate di centinaia di studenti mantenendo, così, quel collante sociale indispensabile per garantire la continuità del senso di appartenenza ad una comunità.

Cosa dire, speriamo di farcela e di poter tornare al più presto alla normalità. 

 

Tanti auguri di Buona Pasqua a tutti. 

 

Il Dirigente scolastico 

Prof. C. Profetto

Questo sito utilizza cookie tecnici per erogare i propri servizi e analizzare il traffico.

Altri dettagli